Raftul cu initiativa Book Archive

Italian

Aristotele e il cervello by Tullio Manzoni

By Tullio Manzoni

Show description

Read Online or Download Aristotele e il cervello PDF

Similar italian books

La contessa di ricotta

Roma, Nottetempo, 2009, eightvo brossura con copertina illustrata, pp. 127 con una tavola fotografica nel testo.

Italian & Basics: Alles, was man braucht für das dolce vita zu Hause

Fan der italienischen Küche? brand! Fan von easy cooking & uncomplicated baking, den absoluten fundamentals fürs Kochen und Backen mit Spaß? Benvenuto! Nach easy cooking und simple baking kommt jetzt l. a. dolce vita: Italienische Lieblingsrezepte fuer die Urlaubsstimmung zu Hause. Ferienlektuere inclusive witzige tales ueber die Basic-Zutaten wie Pasta, Reis, Olivenoel und Kaese, Vino und coffee.

Additional info for Aristotele e il cervello

Example text

4, f. 7V; Paré, 1582, pp. 61-5; Bauhin, 1591-92, voi. I, p. u4 e 1597, p. 172; Riolan, 1598, pars I, sect. V, cap. 6, f. 47r; du Laurens, 1600, libro I, cap. 2, p. 3; libro XII, cap. 3, p. 595 e cap. 8, p. 599), citando il divinus Aristotele come fonte, definirono la mano organum organorum o instrumentum instrumentorum o instrumentum ante omnia instrumenta. Come Aristotele, anche i moderni antropologi considerano lo sviluppo della mano dell'uomo una conseguenza dell'acquisizione della stazione eretta e della deambulazione bipedalica obbligata (Collard, Aiello, 2000).

Per determinare il temperamento di un organo gli antichi medici si basavano anche su una serie di segni che non richiedevano la verifica diretta delle sue qualità fisiche mediante il tatto. Nell'Ars medica Galeno passa in rassegna tutti i dati che il medico deve acquisire per determinare il temperamento delle pani e inizia dal cervello. Per poter stabilire il temperamento del cervello il medico deve prendere in esame: la sua forma e dimensione, desumibile in vivo dalla forma e dimensione del cranio, il colore e la temperatura della cute della testa, il colore e la forma degli occhi, i flussi emessi da naso, occhi e orecchie e così via (Galeno, 1978b, pp.

309-10 e 1841-45, voi. I, p. 84) e Thomas Huxley (1894, p. u8), hanno aggiunto solo alcuni particolari. 'anima, 432a 1; Politica, 1253b 32), saranno adottate da Galeno (III, 1-14 Kiihn), il quale, secondo Francesco Vimercato (Vimercato, commento a Parti degli animali, f. 48r-v; Perfetti, 2000, p. 147), copiò parola per parola le considerazioni di Aristotele sull'utilità e duttilità della mano. ; Alberto Magno, 1495, libro XXI, tract. I, cap. 1, f. 208; Hundt, 1501, cap. ; Sansovino, 1550, f. 37V-38r; Colombo, 1559, libro VIII, cap.

Download PDF sample

Rated 4.46 of 5 – based on 21 votes