Raftul cu initiativa Book Archive

Italian

Capire l’Universo: L’appassionante avventura della by Corrado Lamberti

By Corrado Lamberti

Per chi non è uno specialista nel campo non è facile capire a fondo i concetti della cosmologia moderna, che si basano sulla Relativit� Generale e si intrecciano con le conquiste più recenti della fisica delle particelle. L’intento di questo libro è quello di riuscire advert addomesticare i tecnicismi e le astrazioni dei cosmologi così da offrirli alla comprensione di tutti. Il libro ripercorre l’evoluzione del pensiero cosmologico moderno, partendo da Herschel e passando in line with i lavori della Leavitt, di Shapley, Hubble, Friedmann, Lemâitre, Gamow fino all’affermazione del modello del substantial Bang con l’inflazione e alla recente scoperta dell’energia oscura come motore dell’espansione cosmica accelerata.

Show description

Read or Download Capire l’Universo: L’appassionante avventura della cosmologia PDF

Best italian books

La contessa di ricotta

Roma, Nottetempo, 2009, eightvo brossura con copertina illustrata, pp. 127 con una tavola fotografica nel testo.

Italian & Basics: Alles, was man braucht für das dolce vita zu Hause

Fan der italienischen Küche? brand! Fan von simple cooking & uncomplicated baking, den absoluten fundamentals fürs Kochen und Backen mit Spaß? Benvenuto! Nach uncomplicated cooking und simple baking kommt jetzt l. a. dolce vita: Italienische Lieblingsrezepte fuer die Urlaubsstimmung zu Hause. Ferienlektuere inclusive witzige tales ueber die Basic-Zutaten wie Pasta, Reis, Olivenoel und Kaese, Vino und coffee.

Extra resources for Capire l’Universo: L’appassionante avventura della cosmologia

Sample text

Eseguiva due lastre in tempi diversi, per esempio a un paio di giorni o a una settimana di distanza. Poi sovrapponeva la lastra negativa della seconda ripresa alla lastra positiva della prima: se per una data stella il cerchietto nero dell’immagine stellare in negativo era più grosso o più piccolo del corrispondente cerchietto bianco (l’immagine positiva), ciò indicava che era intervenuta una variazione di luminosità. In questo modo, la Leavitt scoprì poco meno di 2500 stelle variabili, all’incirca quante gli astronomi, laureati e maschi, ne avevano rivelate in tutti i secoli precedenti.

Secondariamente, dopo gli Herschel si ha una precisa percezione dell’incommensurabilità delle scale spaziali dentro e fuori il Sistema Solare. Il regno del nostro Sole è un angusto cortile, da confrontare con la vasta metropoli della Via Lattea. Le nebulae di Messier si rivelano ammassi stellari con gradi di compattezza diversi appartenenti alla nostra Galassia, oppure nebulosità composte da una misteriosa materia fluida e luminosa, sempre appartenenti alla nostra Galassia. Talune, però, potrebbero essere galassie, grandi come e più della Via Lattea, e immensamente distanti da essa: sembrano nebulose solo perché i telescopi non riescono a risolverle in stelle.

Poi venne assunta in pianta stabile. La sua scoperta più significativa riguardò le variabili individuate dentro la Piccola Nube di Magellano in lastre prese dalla succursale andina dell’Osservatorio dell’Harvard College, sita ad Arequipa (Perú), ove nel 1896 era stato installato il rifrattore Bruce di 61 cm. Oggi sappiamo che le due Nubi di Magellano sono piccole galassie satelliti della Via Lattea, ma a quel tempo la loro natura era ancora dibattuta. Di una cosa si era comunque certi: che fossero molto lontane.

Download PDF sample

Rated 4.03 of 5 – based on 40 votes