Raftul cu initiativa Book Archive

Italian

Che cosa significa insegnare? by Eleonora De Conciliis

By Eleonora De Conciliis

Show description

Read Online or Download Che cosa significa insegnare? PDF

Best italian books

La contessa di ricotta

Roma, Nottetempo, 2009, eightvo brossura con copertina illustrata, pp. 127 con una tavola fotografica nel testo.

Italian & Basics: Alles, was man braucht für das dolce vita zu Hause

Fan der italienischen Küche? brand! Fan von simple cooking & simple baking, den absoluten fundamentals fürs Kochen und Backen mit Spaß? Benvenuto! Nach easy cooking und easy baking kommt jetzt l. a. dolce vita: Italienische Lieblingsrezepte fuer die Urlaubsstimmung zu Hause. Ferienlektuere inclusive witzige tales ueber die Basic-Zutaten wie Pasta, Reis, Olivenoel und Kaese, Vino und coffee.

Additional info for Che cosa significa insegnare?

Example text

Foucault, Nascita della clinica. Un'archeologia dello sguardo medico, Einaudi, Torino 1998. 37 getti da esaminare, ma anche nella propedeutica capa­ cità di costruire e produrre un campo documentario scientifico, un archivio, una dettagliata conoscenza degli alunni ottenuta grazie a un doppio sistema di classificazione, sincronico e diacronico (voto, scheda, pagella, registro oggi divenuto informatico-digitale): nella scuola come apparato di confronto perpetuo, orizzontale e verticale, ogni individuo deve diventare un caso analizzabile e comparabile ad altri nel tempo e nello spazio.

E soprattutto, perché molti insegnanti continuano a strutturare in modo disciplinare (dun­ que ottocentesco) la loro professione? Per tentare di rispondere a queste domande, dob­ biamo analizzare la funzione dei sistemi di istruzione nella società classista del X X secolo - cioè nella fase del capitalismo che ha preceduto quella attuale. , non si rivelano forse mai a tal pun­ to come quando la crisi delTistituzione rende l'esercizio della professione difficile o impossibile. P. -C. Passeron, La riproduzione 1.

Qui il potere centrale dello Stato viene mo- 35 derno si presenta dunque come una lenta ma rivolu­ zionaria metamorfosi laica del potere pastorale cri­ stiano, capace di piegarne le tecniche di soggettivazio­ ne a fini secolari. Nelle aule, che sono le nuove celle della pluralità infantile, bisogna sorvegliare fino a far introiettare la sorveglianza come sguardo e così for­ mare individui intelligenti, colti ma ‘naturalmente’ di­ sposti a obbedire; l’insegnante, che ‘lavora’ con la cul­ tura, è l’agente ma anche il prodotto di questa fabbri­ cazione disciplinare della mente attraverso il corpo, colui che sa e può governare gli allievi omnes et singulatim , perché è stato a sua volta governato: è un ex alunno che crede nella religione scolastica14.

Download PDF sample

Rated 4.11 of 5 – based on 33 votes