Raftul cu initiativa Book Archive

Italian

La contessa di ricotta by AGUS Milena -

By AGUS Milena -

Roma, Nottetempo, 2009, octavo brossura con copertina illustrata, pp. 127 con una tavola fotografica nel testo.

Show description

Read or Download La contessa di ricotta PDF

Best italian books

La contessa di ricotta

Roma, Nottetempo, 2009, octavo brossura con copertina illustrata, pp. 127 con una tavola fotografica nel testo.

Italian & Basics: Alles, was man braucht für das dolce vita zu Hause

Fan der italienischen Küche? brand! Fan von easy cooking & uncomplicated baking, den absoluten fundamentals fürs Kochen und Backen mit Spaß? Benvenuto! Nach easy cooking und simple baking kommt jetzt los angeles dolce vita: Italienische Lieblingsrezepte fuer die Urlaubsstimmung zu Hause. Ferienlektuere inclusive witzige tales ueber die Basic-Zutaten wie Pasta, Reis, Olivenoel und Kaese, Vino und coffee.

Extra info for La contessa di ricotta

Sample text

Sembra una matta. Ma forse pensandoci bene ricorda un uccellino intento a fare il nido. Si sa che vive per rimettere in piedi il cadente palazzo di famiglia e perché possano ricomprare, un giorno, gli interni due, quattro, cinque, sei e sette. Ma sono troppo poveri, o meglio, non abbastanza ricchi per fare i lavori al completo e allora procedono un po' alla volta, ma recuperato un pezzo ne cade un altro. Le contesse non vedevano Elias da quando era ragazzino e lo ricordavano nero, rozzo e antipatico.

Buonanotte". Allora anche Elias, in testa al corteo, è tornato un attimo indietro e le ha dato prima un bacio su una guancia e poi uno sull'altra. La piccola comitiva ha continuato per la sua strada. Il portone si è chiuso. Il tocco leggero e secco di Noemi che non vuole disturbare. Maddalena è andata a dare i buonissimi avanzi a Miccriu, che sogna di riprendere la sua vita di strada. Poi, però, si è preoccupata e allora è salita dalla sorella. L'ha trovata in lacrime, come temeva, con il trucco che le colava sulle guance.

Le altre madri si spalmano l'olio solare e si stendono sulle sdraio, perché i loro figli dopo il bagno, negli accappatoi, mangiano tranquilli. Stanno lontani da Carlino. Ma quella creatura di sabbia, sale, semi di pomodoro non gli da tregua e quando costruiscono i loro castelli glieli distrugge. La mamma accorre. "Perché li hai fatti crollare? " A cosa servono allora i sentieri fra i muretti a secco, sepolti nella macchia, il silenzio, a parte i grilli e le cicale, le spiagge azzurro e oro dove ti puoi sdraiare e osservare le onde più lunghe che ti bagnano i piedi, le strade che si stringono sulle scogliere a strapiombo, il mare infinito?

Download PDF sample

Rated 4.58 of 5 – based on 37 votes