Raftul cu initiativa Book Archive

Italian

Tigri e teoremi: Scrivere teatro e scienza (I blu) by Maria Rosa Menzio, M. Emmer

By Maria Rosa Menzio, M. Emmer

Il libro tratta di Scienza, in keeping with il Teatro, e insegna a scrivere testi teatrali scientifici. Si comincia a definire quel che s’intende in line with Scienza, e si cerca uno strumento area of expertise come il Teatro in keeping with comunicarla. Questo viene fatto in specie in keeping with le cosiddette "scienze dure". Scienza e conoscenza, cube il drammaturgo e matematico Denis Guedj, possono fornire eccezionali spunti drammatici. Io ribalto l. a. frase e insegno a scrivere "teatralmente" los angeles Scienza. Vi sono esercizi, esempi, testi gi? rappresentati o addirittura pubblicati… il campo ? vasto, nuovo, da esplorare.

Show description

Read Online or Download Tigri e teoremi: Scrivere teatro e scienza (I blu) PDF

Best italian books

La contessa di ricotta

Roma, Nottetempo, 2009, eightvo brossura con copertina illustrata, pp. 127 con una tavola fotografica nel testo.

Italian & Basics: Alles, was man braucht für das dolce vita zu Hause

Fan der italienischen Küche? emblem! Fan von uncomplicated cooking & simple baking, den absoluten fundamentals fürs Kochen und Backen mit Spaß? Benvenuto! Nach uncomplicated cooking und easy baking kommt jetzt l. a. dolce vita: Italienische Lieblingsrezepte fuer die Urlaubsstimmung zu Hause. Ferienlektuere inclusive witzige tales ueber die Basic-Zutaten wie Pasta, Reis, Olivenoel und Kaese, Vino und coffee.

Additional resources for Tigri e teoremi: Scrivere teatro e scienza (I blu)

Sample text

Voleva il lusso, il potere, vestiti e gioielli, carrozze e una casa di prestigio. Così, attirata dai soldi e dal fascino del male, è fuggita anni prima abbandonando il fidanzato, la madre e i fratellini, per andare a “peccare” (ricordo che siamo nella Spagna della prima metà del secolo) sull’altra sponda. Tutti hanno pianto pensandola annegata. E il fidanzato ancora la pensa, e al momento madre e fratellini la rimpiangono. Finché un giorno dallo stesso fiume viene ripescata un’altra ragazza, Adele, salvata dal suicidio.

Semplice, Sarah teme di non avere una voce all’altezza delle proprie attrattive fisiche, del fascino, della propria intelligenza, e dato che non potrà mai ascoltarsi, si rifiuta di emettere suono. Una storia indimenticabile che ha ispirato un bellissimo film. SARAH: (si esprime con linguaggio gestuale) Sei solo tu quello che pensa, non io. Io non dipendo da te. Non ho niente. Non ho udito, non ho parola, non sono intelligente. Non possiedo nessun linguaggio. Ho solo te. Ma non ho bisogno di te.

L’argomento può essere interessante al massimo, la suggestione intellettiva altissima, però se non interviene un’emozione di tipo scenico, teatrale, un linguaggio più snello soprattutto, temo che attori soltanto bravi e non fuoriclasse farebbero sbadigliare gli spettatori. Dovremo quindi attenerci a regole precise di linguaggio e tentare addirittura l’inquinamento di ciò che scriviamo con parole e sintassi prese dalla strada. Ne faremo tra poco degli esercizi, che forzeranno di certo la natura delle persone colte, ma che sono necessari allo scopo che ci prefiggiamo: diffondere la scienza con lo strumento teatrale.

Download PDF sample

Rated 4.53 of 5 – based on 40 votes