Raftul cu initiativa Book Archive

Italian

Tutti i numeri sono uguali a cinque (I blu) by Stefano Sandrelli, Daniele Gouthier, Robert Ghattas

By Stefano Sandrelli, Daniele Gouthier, Robert Ghattas

Ventuno storie, ventuno autori, ventun frammenti di vita camminando di fianco alla scienza, nel modo pi? libero e sfacciato che si possa immaginare. Abbandonandosi alle digressioni, alle emozioni, alle intuizioni del cuore, alle immagini, alle sensazioni che affiancano l. a. pratica quotidiana delle scienza, ma che dalla scienza codificata non fanno parte. In alcuni racconti los angeles scienza ? metodo, strumento, modo di mettersi in relazione con cose e persone; in altri diventa idee, pensieri, comportamenti, atteggiamenti. Ogni racconto possiede una voce che emerge dal profondo della cultura scientifica dell’autore, ma anche dai suoi pregiudizi, dal suo modo di essere character, dalla sua visione della societ?, del mondo.

Show description

Read or Download Tutti i numeri sono uguali a cinque (I blu) PDF

Best italian books

La contessa di ricotta

Roma, Nottetempo, 2009, eightvo brossura con copertina illustrata, pp. 127 con una tavola fotografica nel testo.

Italian & Basics: Alles, was man braucht für das dolce vita zu Hause

Fan der italienischen Küche? emblem! Fan von easy cooking & simple baking, den absoluten fundamentals fürs Kochen und Backen mit Spaß? Benvenuto! Nach easy cooking und easy baking kommt jetzt los angeles dolce vita: Italienische Lieblingsrezepte fuer die Urlaubsstimmung zu Hause. Ferienlektuere inclusive witzige tales ueber die Basic-Zutaten wie Pasta, Reis, Olivenoel und Kaese, Vino und coffee.

Additional resources for Tutti i numeri sono uguali a cinque (I blu)

Example text

Capì, dunque, che da solo non avrebbe potuto farcela. Pensò allora di chiedere aiuto a uno dei tanti facoltosi clienti che passavano per il suo forno. Sperava in cuor suo che i nobili signori si potessero appassionare alla bizzarra idea contribuendo a realizzarla. Ma il suo entusiasmo si scontrò presto con la dura realtà. I nobili della Linguadoca erano interessati ai suoi dolci e non alle sue stravaganze, così quando risaliva dal forno degli Inferi con le carte invece che con i pani, causava spesso grasse risate e l’ira funesta di Bernadette.

Prese ciò che gli capitava sotto mano e lo scagliò contro il povero Jean Baptiste ridotto a mal partito in un angolo della capanna. Accortosi che Bernadette stava calpestando la tela del suo globo aereo, si avventò sulla stoffa blù e tirò con tutta la forza che aveva pur di toglierlo da sotto i piedi dell’arpia. Il gesto andò oltre gli esiti sperati. Nel mentre che le guardie facevano irruzione, Bernadette perse l’equilibrio venendo meno il terreno sul quale incedeva a passo di carica e con un ampio movimento del corpo si ritrovò con le gambe per aria e la testa a sbattere contro l’incudine.

Erano state, nessuno ne era venuto a conoscenza e ora non erano più. 18 Luca Sciortino malapena a una sartia che reggeva l’albero maestro e da quel punto vide una ventina di marinai in fila lungo le murate. Attendevano che la tempesta si placasse. Ma quella era un’attesa vana. La nave era ormai in balia del vento, si sollevava e ricadeva sempre più pesantemente sul mare e dal ponte di comando si impartivano ordini che non potevano essere eseguiti. Poco prima dell’alba le vele di gabbia ormai sbrindellate furono risucchiate da un turbine e una falla si aprì a poppa.

Download PDF sample

Rated 4.95 of 5 – based on 12 votes